Chi Siamo

DUE AMICI UNAPASSIONE: PAOLO FRAIZINGHER – SERGIO LORENZINI

Una volta ci conoscevano come il trio del Moto Club Levico, ora siamo quelli del ‘garage’. Il Moto Club Levico vede la sua nascita il 4 aprile del 1935 quando un gruppo di motociclisti, pur tra mille difficoltà, decide di fondare una società sportiva con lo scopo d organizzare gite domenicali; comincia cosi l’attività organizzando gimcane e numerose escursioni, poi col passare degli anni vennero organizzate le prime gare di motocross e di regolarità.

Nel 1978 il sodalizio cambia volto, viene eletto presidente Paolo Fraizingher a questo punto, l’attività si concentra sulla velocità con ampi spazi anche per il trial.

Tra i vari piloti impegnati nelle competizioni vi e’ anche Sergio Lorenzini, che si cimenta nelle gare di velocità in salita.

Dalla grande passione di Paolo e Sergio per la velocità nasce nel 1988 la ormai mitica Levico – Vetriolo’ che riscuote subito un grande successo per la bellezza e la sicurezza de suo tracciato.

Nel corso degli anni a seguire, la federazione motociclistica italiana introduce norme volt a rendere più sicure le gare in salita accorciando il tracciato, dando la possibilità di disputare più manches in maniera tale da aumentare lo spettacolo proposto al pubblico.

Nel 1998 il Moto Club Levico riporta alla luce la mitica Trento – Bondone’, altra storica gara che non si disputava da 17 anni. Inizia così per il Moto Club Levico, una nuova avventura che vede le due gare alternarsi di anno in anno.

Nel 2005 la Federazione Motociclistica Italiana mette mano ai regolamenti introducendo norme severissime per quanto riguarda le velocità massime che le moto possono raggiungere lungo il tracciato, oltre al rispetto di una velocità media che non può essere assolutamente superata, inoltre, impone altresì l’obbligo di inserire delle chicane per rallentare ulteriormente i piloti.

Ai tre “crociati della velocità” del Moto Club Levico la cosa proprio non va giù e per primi Italia, nel 2005, durante la premiazione della Trento – Bondone’ annunciano che il Moto Club Levico non organizzerà altre gare di velocità in salita negli anni a seguire.

Viene da chiedersi, ma come si fa a stare fermi quando tutti chiedono che programmi ci saranno nel futuro del Moto Club Levico’

La sorpresa per tutti si propone con l’annuncio della nascita del primo Museo in Europa dedicato a tutte le moto a partire dagli anni 70 per arrivare fino ai giorni nostri, al quale annesso un ampio spazio dove poter organizzare manifestazioni motoristiche in tutta sicurezza.

Nasce cosi nel 2006, dopo un anno di lavoro a dir poco estenuante, e con un notevole investimento sia di risorse finanziarie sia di risorse umane il Garage Bike Museum.

…e l’avventura continua!..

italy-flag-21

ITALIANO

‘Il tempo corre veloce e la tecnica si evolve di continuo” – ed è questo che ci porta a chiudere delle motociclette, gioielli della tecnologia, in un museo; delle moto che con sol 30 anni di vita farebbero ancora la loro bella figura sulle strade e nei circuiti odierni alla pari di altre di nuova produzione, ferme per farsi ammirare, silenziose per farci sognare un ruggente passato. Il consumismo porta ad eliminare senza indugio tutto quello che nor serve più, dai giornali alle automobili, ed è solo grazie alla passione dei collezionisti se oggi riusciamo a trovare 


Il GARAGE BIKE MUSEUM nasce da una collezione privata di moto degli anni ’70, vi troviamo le rivoluzionarie moto giapponesi, le moto da gara e i prototipi a tiratura limitata, quelle da fuoristrada e la mitica Vespa che ha movimentato tutta l’Italia. Oltre al GARAGE BIKE MUSEUM dove le moto fanno bella mostra statica di se stesse, vi è anche uno spazio dedicato al puro divertimento. Il GARAGE MOTOR ZONE è infatti uno spazio a disposizione per prove, gare, raduni e feste che nel corso della stagione verranno proposte a tutti i motociclisti’, passati, presenti e futuri. L’importante è esserci! Ti aspettiamo.
ancora gli oggetti di quando eravamo più giovani.

 

INGLESEprogetto_lingua_viva

Time flies and technology develops year after year’ – this is what makes us lock into a museum some motorbikes, which are real jewels of technology. These are motorbikes that are only 30 years old and they would still ride well on modern roads and racetracks, as well as the newly-built motorbikes. In a museum they are kept motionless, to be admired, and silent to remind us of a glorious past. Consumerism leads us to get rid of all that isn’t useful anymore with no hesitation: from newspapers to cars, and it’s only thanks to collectionists’ passion that we can still find objects from the time of our youth. The Garage Bike Museum derives from a private motorbike collection from the 70s: you can see the revolutionary Japanese motorbikes, motorbikes for competitions, limited number prototypes, trial motorbikes and the famous Vespa which made the whole of Italy ride on two wheels. Beyond Garage Bike Museum, where motorbikes are shown, there is an area for entertainment. The Garage Motor Zone is in fact an area which is available for tests, competitions, conventions and parties which in turn will be organized by all motorbikers….from the past, present and future. You must be there! We’ll be waiting for you!!

 

germany-icon

TEDESCO

Die Zeit vergeht rasch und die Technik entwickelt sich kontinuierlich’ – aus diesem Grund vertrauen wir unsere Krafträder, echte Juwelen der Technologie, einem Museum an. Es handelt sich um Motorräder, die mit ihren 30 Jahren noch einen guten Eindruck auf den Straßen und auf den heutigen Rundstrecken machen würden, die gegenüber den Motorrädern modernster Technologie gut abschneiden würden, die wir jetzt in der Stille eines Museum bewundern und die uns von einer Roaring’ Vergangenheit träumen lassen. Unsere Konsumgesellschaft zwingt uns, alles, was wir nicht mehr benötigen, von den Zeitungen bis zu den Autos, umgehend loszuwerden. Es ist aber dank der Leidenschaft mancher Sammler, dass wir jetzt die Möglichkeit haben, die Gegenstände unserer wieder zu finden. Das Garage Bike Museum ist aus einer privaten Sammlung von Motorrädern aus der 70er Jahren entstanden. Ausgestellt sind revolutionäre japanische Motorräder, Rennmotorräder, Prototype mit geringer Erzeugung, Geländefahrzeuge und schließlich die mythische Vespa, die ganz Italien einen Schwung gegeben hat. Für die Unterhaltung der Besucher bietet das Garage Bike Museum einen Raum an, wo sie sich amüsieren können. In der Garage Motor Zone können alle Fahrer an Probefahrten, Wettbewerben, Festen und Sternfahrten teilnehmen, die Jeweils veranstalten werden. Wenn du Motorradfahrer gewesen bist, oder immer noch bist, oder sein wirst, musst du dabei sein! Wir warten auf dich.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>